SERVECO
Responsabilità Sociale

L’impegno etico costituisce per la SERVECO S.r.l. una leva competitiva coerente con uno sviluppo sostenibile, oltre che la garanzia per i stakeholders di riferimento (clienti, fornitori, dipendenti, collaboratori, compagine sociale, istituzioni, ecc.) circa il rispetto delle normative vigenti e dei principi e valori etici quali la correttezza, la trasparenza, il rispetto dei diritti dei lavoratori, la salute e sicurezza sul lavoro, il miglioramento continuo delle condizioni lavorative dei lavoratori dipendenti.

La SERVECO S.r.l. ha scelto liberamente di adottare un Sistema di Gestione della Responsabilità Sociale conforme alla norma SA8000:2014 e di valorizzare, attraverso il percorso di certificazione, gli impegni finora prodigati in ambito etico-sociale.

La norma SA8000:2014 (abbreviazione di Social Accountability 8000) costituisce il primo standard a livello internazionale con cui si garantisce “l’azienda” come organizzazione socialmente responsabile, impegnandosi al rispetto delle regole dell’etica del lavoro e rifiutando tutte le condizioni lavorative caratterizzate da disuguaglianza, sfruttamento, iniqua retribuzione e nocività del luogo di lavoro.

Relativamente alle prestazioni in materia di Responsabilità Sociale con riferimento all’anno 2016, l’organizzazione ha definito proprie procedure e prassi lavorative al fine di aderire ai requisiti della norma SA8000, in particolare:

responsabilita-sociale2

• non utilizza lavoro infantile e minorile, garantendo che siano impiegati solo i lavoratori che abbiano raggiunto la maggiore età;

• non ricorre al lavoro obbligato, ovvero a forme di prestazione lavorativa non volontaria;

• ritiene che la sicurezza e salute dei lavoratori siano fattori fondamentali e pertanto garantisce luoghi di lavoro salubri e sicuri e adotta misure atte a prevenire ed evitare incidenti, rischi e danni alla salute dei lavoratori, nel pieno convincimento che l’attività di formazione del personale in materia di salute e sicurezza sia un elemento essenziale per il raggiungimento di un ottimale livello di prevenzione e protezione;

• rispetta il diritto dei lavoratori di aderire ad organizzazioni sindacali liberamente scelte, garantisce il diritto alla contrattazione, assicura e promuove la comunicazione tra le rappresentanze sindacali e i lavoratori, favorendone l’incontro anche nei luoghi di lavoro;

• garantisce che i rappresentanti sindacali non subiscano atti discriminatori;

• non esercita atti discriminatori in relazione a razza, ceto, origine nazionale, religione, invalidità, sesso, età, orientamento sessuale, appartenenza sindacale o affiliazione politica e non interferisce con l’esercizio del diritto dei lavoratori di seguire principi o pratiche e di soddisfare bisogni ad essi connessi;

• garantisce che non si verifichino comportamenti aventi carattere di minaccia, coercizione sessuale o sfruttamento ai danni dei lavoratori;

• non utilizza punizioni corporali, coercizione fisica o mentale, abuso verbale nell’attuazione delle pratiche disciplinari;

• si impegna al rispetto della durata dell’orario di lavoro, il lavoro straordinario svolto dai suoi dipendenti ha carattere di volontarietà e a fronte del suo svolgimento è corrisposta una percentuale aggiuntiva, secondo quanto previsto dai contratti collettivi nazionali di riferimento;

• garantisce che il salario corrisposto ai suoi lavoratori sia calcolato nel rispetto di quanto previsto dai contratti di categoria, che la retribuzione sia elargita secondo modalità legali liberamente scelte dal lavoratore, che la composizione del salario sia esposta in modo chiaro e comprensibile sulla busta paga e che non siano stipulati contratti che contemplino rapporti di collaborazione finalizzati alla non regolarizzazione della posizione contributiva del lavoratore e al non rispetto della legislazione vigente in materia di lavoro e sicurezza.

All’inizio dell’anno in corso, la Direzione della Serveco S.r.l., il Responsabile del Sistema di Gestione Integrato Qualità – Ambiente – Sicurezza – Responsabilità Sociale e i vari Responsabili di settore, si sono riuniti al fine di riesaminare l’andamento del Sistema di Gestione della Responsabilità Sociale, valutarne l’adeguatezza, l’efficacia e l’efficienza.

Analizzando i dati disponibili riferiti allo scorso anno, con particolare riferimento agli aspetti propri del Sistema di Gestione della Responsabilità Sociale, non si segnalano situazioni critiche o situazioni di non conformità rispetto ai requisiti della norma di riferimento, né risultano pervenuti reclami dalle parti interessate.