Seminario PAYT Italia:
TARIFFA PUNTUALE DEI RIFIUTI.
Dalla teoria alla pratica.

Seminario-Tariffa-puntuale-dei-rifiutiPAYT ITALIA è un’associazione no profit, totalmente basata sul lavoro volontario dei suoi soci, nella quale si possono incontrare le migliori esperienze gestionali di misurazione del rifiuto e di applicazione puntuale della tariffa nel nostro paese. La mission è definita già nel nome: PAYT ITALIA, che sta a significare coloro che in Italia (ma lo prospettiva è muoversi un po’ alla volta su scala almeno comunitaria) praticano e sostengono la tariffa puntuale, considerandola non solo un modo per introitare i costi dei rifiuti, ma uno strumento eco fiscale da utilizzare in funzione della loro gestione sostenibile. Il nome, infatti, prende spunto dall’allocuzione inglese Pay as you throw, paghi quanto butti, che è utilizzata in Europa per indicare la tariffazione puntuale delle utenze, sulla base delle loro produzione di rifiuti.

L’associazione PAYT ITALIA vuole portare le esperienze di eccellenza di applicazione della tariffa puntuale fuori dalla “riserva indiana” nella quale sono state rinchiuse e allargare a tutto il paese la pratica della misurazione e della tariffazione sulla base dei rifiuti prodotti.

Gli ultimi passaggi normativi, la Tares prima e la IUC dopo, e non di meno la crisi che ha colpito trasversalmente tutti i settori economici, hanno costretto amministratori e operatori del settore a ripensare a questo strumento di prelievo che, se non affrontato subito e bene, causerà effetti devastanti. Emerge quindi la necessità di un salto culturale nella definizione e nell’applicazione di questo strumento di tassazione.

Così, dopo il 1° seminario nazionale sulla tariffa puntuale dal titolo “Tariffa puntuale: dalla teoria alla pratica” organizzato il 25 settembre 2014 a Roma presso il Parlamento, e il notevole successo che ha riscosso, PAYT ITALIA ha deciso di organizzare seminari informativi e formativi a livello più capillare nelle singole regioni italiane.

Grazie alla preziosa collaborazione della REGIONE PUGLIA – Assessorato alla Qualità dell’Ambiente e dell’ANCI Puglia, che hanno saputo cogliere e valorizzare l’importanza di tale tematiche e la necessità di approfondirle con soggetti competenti in materia, PAYT ITALIA organizza il seminario dal titolo “Tariffa puntuale: dalla teoria alla pratica il giorno 26 maggio 2015 26 maggio 2015 presso la sala Paesaggio della Regione Puglia – Assessorato alla Qualità dell’Ambiente, V. le delle Magnolie 6/9 – 70126 Modugno (BA), con inizio alle ore 09:30 e termine previsto per le ore 13:30.

Non un convegno dove si vanno a sentire le migliori esperienze e dal quale si ritorna a casa con un senso di frustrazione (“bello, ma nella mia situazione è difficile / impossibile”) ma un seminario formativo rivolto a tecnici e amministratori comunali, esperti delle aziende di gestione dei rifiuti, e a tutti coloro che vogliano imparare a confrontarsi con il “come si fa per passare gradualmente alla tariffa puntuale” e che abbiano voglia di manifestare i propri dubbi, incertezze, fattori ostativi, in modo che la discussione possa avare il sapore della concretezza e l’utilità di un apprendimento legato ai problemi reali dei presenti.

Le iscrizioni al seminario vanno trasmesse all’indirizzo mail segreteria@paytitalia.it entro il 25 maggio 2015 utilizzando il modulo allegato.

SCARICA IL MODULO D’ISCRIZIONE

Per facilitare il lavoro dei relatori, nel modulo è stata integrata una scheda di richiesta dati relativamente alla stato di applicazione della tariffa sui rifiuti nel Comune di appartenenza e di uno spazio a libera descrizione per manifestare anticipatamente i propri dubbi, incertezze, fattori ostativi e facilitare, così, il momento di dibattito.

Il seminario è aperto ad un massimo di n.100 partecipanti. Potrete seguire il numero degli iscritti sul sito www.payt.it. Al raggiungimento di tale numero saranno chiuse le iscrizioni.

Fiduciosi che l’evento possa segnare un momento importante di crescita su un tema davvero importante e aspettandoVi numerosi, non possiamo che salutarVi cordialmente.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*