Bonifica ex discarica Pizzo - Loc. Santa Marinella

COMMISSARIO UNICO PER LA BONIFICA DELLE DISCARICHE

Sono in corso i lavori di messa in sicurezza permanente (MISP) della ex discarica sita in località Marinella nel Comune di Pizzo (VV), commissionati dal Commissario Straordinario per la realizzazione degli interventi necessari all’adeguamento alla normativa vigente delle discariche abusive presenti sul territorio nazionale.

Lo scopo di questo lavoro è la rimozione del corpo discarica e il successivo ripristino ambientale, comprendente la fondamentale ricostituzione del cordone dunale e la realizzazione di un polo ludico-sportivo.

20.05.2024 – AMPLIAMENTO AREA DI CANTIERE PER REALIZZAZIONE ZONA LUDICA

Mentre volgono al termine le operazioni di vagliatura e gli smaltimenti dei rifiuti nella zona dell’ex discarica, sono state avviate le operazioni di ampliamento dell’area di cantiere per l’annessione della nuova area destinata alla realizzazione della zona ludica. In questi giorni si procederà alla realizzazione della perimetrazione della viabilità di collegamento della zona dell’ex discarica con la zona ludica ed alla realizzazione delle recinzioni. Sarà inoltre eseguito il decespugliamento, la selezione dei rifiuti abbandonati al suolo per le successive operazioni di conferimento c/o impianti, la vagliatura dei suoli per separarli da materiali estranei, rilevati in sede di indagini preliminari. I materiali oggetto di vagliatura saranno trattati con le stesse modalità previste per i materiali di scavo dell’ex discarica.

In basso le aree destinate alla zona ludica ed una simulazione di come potrebbe risultare la zona al termine delle attività.

 

06.05.2024 – UTILIZZO DI CANNONE NEBULIZZATORE MOBILE

Al fine di contenere la diffusione degli odori e delle polveri, sia nell’area di vagliatura dei materiali rivenienti dall’ex-discarica che nelle aree adibite al posizionamento temporaneo dei materiali, vengono utilizzati cannoni nebulizzatori mobili caricati su mezzi d’opera. L’apparecchiatura nebulizza un prodotto biologico diluito in acqua per contenere ed eliminare gli odori molesti e viene posizionato sui settori interessati dalle lavorazioni. Si precisa che anche in questo caso i prodotti nebulizzati non presentano rischi per l’incolumità dell’uomo e dell’ambiente.

20.04.2024 – TRATTAMENTO PISTE DI CANTIERE PER ABBATTIMENTO POLVERI

Uno dei fenomeni da contrastare durante le attività è il sollevamento di polveri derivanti dal transito dei mezzi lungo le piste di cantiere. La necessaria bagnatura delle piste di cantiere avrebbe comportato un ingente consumo quotidiano di acqua, soprattutto nei periodi più caldi dell’anno. Al fine di abbattere i consumi di acqua ed avere un trattamento delle piste più efficiente e duraturo, è stata effettuata la stabilizzazione naturale delle piste mediante un prodotto certificato ecocompatibile, non pericoloso per l’ambiente e l’uomo e, oltretutto, di facile applicazione. In particolare è stato utilizzato un prodotto polimerico di avanzata tecnologia per il controllo e la soppressione della polvere a lungo termine, ideale per le aree di cantiere, biodegradabile e che non necessita di essere miscelato con acqua. L’attenzione comunque resta massima e si procede ad ulteriori trattamenti delle piste laddove si osserva una perdita di efficienza del prodotto polimerico adoperato.

05.04.2024 – USO DELLE AREE DI DEPOSITO

Sono in corso di vagliatura gli ultimi materiali depositati presso le aree appositamente allestite. La foto aerea meglio chiarisce le tipologie di materiali presenti in cantiere e la loro gestione. In alto a sinistra vi è l’area dove è attualmente presente il materiale derivante dallo scavo dell’ex discarica ed in attesa di vagliatura. Sempre in alto, al centro e a destra, ci sono le aree dove sono depositati lotti di natura sabbiosa (sottovaglio) in attesa degli esiti analitici. In basso al centro invece sono temporaneamente stoccati i materiali in attesa di conferimento presso impianti di recupero. Per avere un’idea del prima e del durante delle aree di deposito, si consiglia di consultare la scheda del 26.10.2023.

20.03.2024 – PERSONALE E MEZZI IMPIEGATI

Le attività in corso di esecuzione in questa fase di cantiere possono essere sintetizzate in:

  • Movimentazione ex RSU da baie di deposito ad impianto di vagliatura;
  • Separazione sabbia e rifiuti presso impianto di vagliatura;
  • Movimentazione sottovaglio e sopravaglio rivenienti dalla vagliatura verso le baie di deposito temporaneo;
  • Conferimento di rifiuti prodotti presso impianti autorizzati;
  • Riposizionamento del sottovaglio conforme nella zona di scavo.

Per portare avanti queste attività sono al momento impiegati in cantiere due tecnici, tredici operativi (tra autisti, escavatoristi e manovali), dieci mezzi d’opera tra movimento terra e gestione rifiuti, cinque autocarri per la movimentazione dei materiali all’interno dell’aria di cantiere.

05.03.2024 – REINTERRO SOTTOVAGLIO CONFORME

Abbiamo già parlato in passato del sottovaglio, che altro non è che una frazione prevalentemente sabbiosa con una componente terrigena variabile, riveniente dalle operazioni di vagliatura. L’esito delle analisi eseguite sui campioni prelevati nel periodo novembre 2023 – febbraio 2024, ha consentito ad ARPA ed alla DL di attestare l’idoneità al reimpiego dei i lotti analizzati, come materiale utile al ripristino dello stato dei luoghi. Sono pertanto in corso le operazioni di reinterro del sottovaglio conforme. Proseguono intanto con regolarità le attività di vagliatura e i successivi campionamenti dei nuovi lotti di sottovaglio.

20.02.2024 – IMPIANTO LAVARUOTE

Un’altra buona pratica che abbiamo implementato è quella di non trasferire all’esterno del cantiere residui di fango e polveri provenienti dalle aree di lavorazione dei rifiuti; allo scopo è stato installato un impianto automatico di lavaggio ruote in prossimità dell’uscita.

Il ciclo di lavoro viene settato in funzione del potenziale grado di sporco e le acque di lavaggio vengono trattate per essere riutilizzate più volte, al fine di limitare al massimo il consumo idrico.

Periodicamente i fanghi sedimentati vengono caratterizzati e smaltiti in impianti all’uopo autorizzati.

05.02.2024 – ATTENZIONE - INTENSIFICAZIONE TRAFFICO VEICOLARE

A partire dalla data odierna è prevista una intensificazione del traffico veicolare da e per il cantiere. Sono infatti in corso di esecuzione gli smaltimenti dei rifiuti speciali rivenienti dalle operazioni di vagliatura. I trasporti di rifiuti si svolgeranno tra le ore 7:00 e le ore 17:00. Lungo la viabilità di cantiere sono stati posizionati numerosi cartelli di avviso riportanti il limite di velocità di max 10 km/h. All’uscita dal cantiere e fino al raggiungimento della S.S. 522 gli autisti sono stati sensibilizzati a non superare il limite max di 30 km/h.

In ogni caso si raccomanda cautela e di prestare la massima attenzione in caso di transito in prossimità dell’ingresso all’area di cantiere.

22.01.2024 – OPERAZIONI DI VAGLIATURA IN CORSO

Le operazioni di vagliatura procedono con regolarità; l’aggiunta del secondo vaglio, pur comportando un aumento di mezzi d’opera e personale operativo, ha consentito di ottimizzare le tempistiche di lavoro e una migliore separazione delle varie frazioni di rifiuto. I tempi di lavorazione del processo di vagliatura sono condizionati da molteplici fattori come la presenza più o meno marcata di sabbia e terreno, il grado di umidità del rifiuto, la compresenza di rifiuti di grossa pezzatura che necessitano di interventi di rimozione manuale, le necessarie pulizie e manutenzioni dei due impianti di vagliatura.

L’attenzione degli operatori è massima al fine di separare al meglio i rifiuti e per poterli correttamente conferire presso gli impianti di destino. Lo sguardo attento dei tecnici in cantiere garantisce efficienza e sicurezza, oltre alla valutazione di ulteriori migliorie nelle procedure lavorative.

Fig.1 – Cumulo di sottovaglio (sabbia e terreno)

 

05.01.2024 - IMPLEMENTAZIONE SECONDO VAGLIO

A seguito di valutazioni tecniche riguardanti tempistiche di vagliatura e qualità dei prodotti vagliati, si è deciso di dotarsi di un ulteriore vibrovaglio. Il secondo macchinario è stato collocato in serie al primo già presente in cantiere. Tale integrazione migliora siai tempi di produzione che la qualità dei rifiuti, ai fini del conferimento in impianto autorizzato. L’utilizzo di due apparecchiature in contemporanea inoltre permette di non interrompere le lavorazioni in caso di manutenzione o avaria di una delle due macchine.

22.12.2023 - SOSPENSIONE PER FESTIVITA`

Sono stati mesi intensi ed impegnativi, dove la nostra tenacia ha dovuto tener banco alle tempistiche stringenti che consentissero il raggiungimento del primo e piú importante degli obiettivi, ovvero la rimozione della discarica. Le attività di cantiere sono sospese da domani 23.12.2023 fino al 02.01.2024.

15.12.2023 - CONFERIMENTO RIFIUTI

Mentre avanzano le operazioni di vagliatura, sono cominciati i primi conferimenti di rifiuti. Il nostro intento è da sempre quello di recuperare tutto quello che è possibile recuperare, ed è per questo che la maggior parte dei rifiuti sarà conferito presso impianti di recupero.

01.12.2023 - RIMOZIONE DELLA DISCARICA COMPLETA

Le attività di scavo dei rifiuti sono giunte al termine e finalmente il fondo dell’ormai EX DISCARICA è pronto ad accogliere i materiali di ripristino. In attesa dei risultati delle analisi del sottovaglio, proseguono incessanti le operazioni di vagliatura.

21.11.2023 - CAMPIONAMENTI

Le operazioni di vagliatura, oltre a separare varie tipologie di rifiuti, producono il sottovaglio, che altro non è che una frazione prevalentemente sabbiosa con una componente terrigena variabile. Questo prodotto viene temporaneamente stoccato nelle baie appositamente allestite, per valutare se è idoneo al riutilizzo. Periodicamente si procede quindi al campionamento del sottovaglio ed alle analisi previste da normativa, per poter valutare se rispetta i requisiti per il reimpiego come materiale utile al ripristino dello stato dei luoghi. Se l’esito delle analisi sarà favorevole, il sottovaglio potrà essere recuperato e riutilizzato, se l’esito sarà sfavorevole saranno effettuate valutazioni sull’opportunità di ulteriori fasi di affinamento del prodotto o, in ultima istanza, sul conferimento a recupero/trattamento o smaltimento presso impianti esterni.

06.11.2023 - SCAVI E VAGLIATURA

Attualmente sono in corso le attività di scavo dell’ex discarica e di vagliatura dei materiali scavati. I materiali oggetto di trattamento vengono opportunamente coperti a fine turno di lavoro, per evitare eventuali dispersioni accidentali nell’ambiente.

26.10.2023 - AREE DEPOSITO TEMPORANEO

Sono state inoltre realizzate delle aree di deposito dei materiali vagliati dove verranno allocati temporaneamente i materiali risultanti dalla vagliatura. La frazione sabbiosa sará sottoposta a valutazione di conformità per verificarne l’idoneità al reimpiego in sito per la fase di ripristino ambientale.
Le frazioni separate costituite da rifiuti di varia tipologia, invece, stazioneranno in attesa di caratterizzazione per l’avvio a recupero, trattamento o smaltimento, in base alle risultanze analitiche.

11.10.2023 - PLATEA VAGLIATURA

Successivamente si è proceduto alla realizzazione della platea di vagliatura, un’area dedicata all’interno della quale, con l’ausilio di un vibrovaglio, verrá vagliata la sabbia frammista ai rifiuti per ottenere due frazioni distinte, una sabbiosa e una di materiali da avviare a smaltimento o recupero, preferendo quest’ultima soluzione per quanto tecnicamente possibile.

20.09.2023 - CANTIERIZZAZIONE

Le attività, cominciate a fine settembre, hanno previsto una fase preliminare di cantierizzazione con decespugliamento delle aree, perimetrazione dell’area di cantiere,  pulizia delle aree dedicate alla realizzazione delle infrastrutture necessarie all’attività di bonifica.

Condividi